English  Italiano
Torna in homepage

premiopaesaggio

PREMIO DEL PAESAGGIO DEL CONSIGLIO D’EUROPA (2016-2017)

Relazione Sintetica Premio del Paesaggio V Edizione

La V Edizione del Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa si è conclusa con 124 iscrizioni telematiche, che hanno prodotto 105 formulari, più 1 con un invio cartaceo. Rispetto al totale, 97 sono le candidature valide, portate a termine attraverso la compilazione completa del formulario.

Localizzazione geografica degli interventi

Un’ampia partecipazione si è registrata nelle regioni dell’Italia Settentrionale, con il 43% delle candidature pervenute. In questa macro-area, le regioni più attive sono state il Piemonte con 10 candidature e la Lombardia con 9 candidature. Il centro Italia ha all’attivo 11 candidature, corrispondenti al 12%.

Le regioni dell’Italia meridionale (compreso Abruzzo e Molise) contano un totale di 46 progetti candidati. Calabria e Sicilia hanno presentato 9 progetti ciascuna e risultano essere le regioni più attive. Ai 91 progetti identificabili in una regione, si aggiungono 6 progetti articolati su più regioni e, in qualche caso, coprono tutto il territorio nazionale.

Classificazione degli interventi per tipologia

Tra i progetti candidati si possono evidenziare alcune tematiche ricorrenti che permettono di individuare alcune tipologie di progetti di paesaggio, sia a livello di interventi realizzati che di programmi:

  • Progetti di valorizzazione del territorio attraverso l’arte contemporanea;
  • Progetti e programmi di recupero o tutela del paesaggio (inclusi progetti riferiti ai paesaggi agricoli, aree archeologiche, paesaggi terrazzati e rigenerazione di piccoli borghi);
  • Progetti fondati su Programmi complessi;
  • Progetti riferiti ad Attività di formazione o di divulgazione

La maggior parte dei progetti riguardano interventi di recupero e di tutela del paesaggio (66 candidature). Questa macrocategoria si può articolare in 4 sottocategorie: progetti che riguardano la tutela dei paesaggi terrazzati (4); progetti che riguardano la rigenerazione di piccoli borghi (8); progetti relativi ad aree archeologiche (4) e progetti relativi a paesaggi rurali (50).

Esiti della Selezione

Il 16 gennaio 2017, presso la Direzione Generale Belle Arti e Paesaggio si è concentrato il lavoro della Commissione istituita dal Ministero. Sulla base delle azioni messe in campo, con riguardo agli obiettivi raggiunti per la riqualificazione dei luoghi attraverso la valorizzazione di tutte le componenti storico-culturali materiali e immateriali che li caratterizzano ed in considerazione dei risultati ottenuti in termini di sviluppo economico sostenibile e di crescita civile e culturale delle comunità locali, la Commissione ha individuato 38 progetti di particolare interesse e tra questi:

  • il progetto vincitore quale Candidatura italiana al Premio europeo,
  • 3 progetti meritevoli di menzione speciale
  • 14 progetti meritevoli di menzioni tematiche

La Commissione ha individuato quale candidatura italiana al Premio del Consiglio d’Europa il Progetto "Agri Gentiun. Landscape regenaretion", Presentato dal Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi, attuato con l’Università degli Studi di Palermo, Facoltà di Agraria e l’Azienda ’Val Paradiso srl’, il ’Giardino della Kolymbethra’ -FAI, l’Associazione di cultura e attività ferroviaria ’Ferrovie Kaos’ e l’Azienda CVA Canicattì.

Dettagliata descrizione delle menzioni e delle motivazioni è disponibile all’indirizzo www.premiopaesaggio.beniculturali.it

Una testimonianza radiofonica della 1° edizione della Giornata Nazionale del Paesaggio del 24 marzo u.s., istituita dal Mibact, è disponibile all’indirizzo http://www.fahrenheit.rai.it